3 dicembre

PAROLA MAGICA...

La parola di oggi è:

SONO

ATTENZIONE: trascrivi anche questa parola e conservala insieme alle altre che hai già trovato. Alla fine, se le avrai raccolte tutte, potrai ricomporre la frase misteriosa, portarla in parrocchia alla Messa di Natale e aggiudicarti così una sorpresa!

APPROFONDIMENTO PER I PIÙ GRANDI

Dio sa le domande

Noi ci affatichiamo a trovare una risposta a ciascuna delle nostre domande, e ci dimentichiamo così dell’essenziale. E cioè che Dio già conosce le nostre domande nascoste, anche quelle per le quali neppure possediamo parole; che nella vita, più che di trovare soluzioni e vie d’uscita, abbiamo bisogno di accogliere le opportunità per approfondirle, bevendo il calice fino alla fine; e che, in tanti modi, in mille lingue diverse, quello che Dio ci sta dicendo ora è di accettare la vita nel suo mistero, di abbracciare questa vita che è più grande di noi.

Ci affatichiamo a coprire le nostre ferite, e ci allontaniamo così dall’essenziale. E cioè che Dio sa curarci; che è pronto a guarirci dalle scelte inconsistenti che abbiamo operato, dagli obiettivi che insipientemente ci siamo posti, dalle fragili passioni tristi in cui ci perdiamo.

Ci affatichiamo a plasmare la nostra quotidianità come un esercizio di ragioneria, e ci allontaniamo così dall’essenziale. E cioè che Dio chiama a essere gratuiti e traboccanti proprio noi, che tante volte ci pare di saper amare solo col contagocce; che sfida al dono tempestivo proprio noi, che ritardiamo continuamente il momento di donarci; e che vuole che noi siamo, più che amministratori di inutili granai, dei cercatori appassionati e assetati, senza temere quella povertà di cuore senza cui non esiste vera preghiera.

Avvenire 14 novembre 2020

di José Tolentino Mendonça,
da Avvenire” del 14/11/2020