Terza settimana
di Quaresima

lo sguardo sulla VERITÀ

“Conoscerete la verità e
la verità vi farà liberi” 

(Giovanni 8, 32)

Il terzo passo del cammino di uno sguardo ha a che fare con la verità, ovvero con ciò che regola e ispira la nostra esistenza. Nella domenica di Abramo, gli interlocutori di Gesù devono confrontarsi con la verità che viene dalla Sua Parola e la rifiutano.

Se nella prima settimana siamo stati invitati a guardarci dentro per discernere i moti del nostro cuore, in questa settimana siamo chiamati a guardare ancora in noi stessi raccogliendo l’invito di Dio ad Abramo: “va’ verso te stesso”, per leggere però quali sono i punti di riferimento che ci sostengono, ovvero le nostre “verità”.

In cosa crediamo davvero? È la Parola di Gesù a rappresentare l’ago della bilancia della nostra vita? E fino a che punto?

La verità non è una conoscenza di cui impossessarci, ma un’esperienza di riferimento, che giorno dopo giorno ci rende persone libere. Buona settimana a tutti!

don Alessandro

La Via Crucis

ore 20.45

in chiesa

Gesù davanti a Pilato

In questa terza settimana, la stazione su cui ci soffermeremo, sarà quella in cui Gesù viene portato davanti a Pilato.
Qual è il rapporto di quest’uomo con la verità? Che cosa se ne fa Pilato della verità?
Una meditazione che ci porta a guardare in profondità a quel che facciamo noi di Cristo; un momento di contemplazione per vivere intensamente il venerdì.

Il film della settimana

(da vedere in autonomia)

Gerd Wiesler è una spia della Stasi, che opera dal basso, chiuso tra le pareti dell’ideologia abbattuta dalla bellezza dell’uomo e dalla sua arte.
Personaggio dolente e civilissimo, ideologo del regime che in un momento imprecisato del suo incarico si trasforma in oppositore. Immagine delle verità che guidano i binari di un’esistenza.

LE VITE DEGLI ALTRI

Regia: Florian Henckel

Produzione: Germania, 2006

Genere: drammatico

Adatto per: adulti; fruibile

Reperibilità: RaiPlay

Cineforum online: domenica 14 marzo, ore 19

* Nb. Il cineforum presuppone che il film sia stato visto precedentemente, in autonomia.